Immagine  
"
Nulla ti fa e tutto ti distrugge

Anonimo: scritta sul muro della cappella dell'ex orfanotrofio della Marcigliana
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Pietro (del 24/12/2010 @ 08:46:05, in Pensieri sciolti, linkato 1237 volte)
[...] Io se fossi Dio,
non sarei mica stato a risparmiare,
avrei fatto un uomo migliore.
Si vabbè lo ammetto
non mi è venuto tanto bene,
ed è per questo, per predicare il giusto,
che io ogni tanto mando giù qualcuno,
ma poi alla gente piace interpretare
e fa ancora più casino!
 
Io se fossi Dio,
non avrei fatto gli errori di mio figlio,
e sull'amore e sulla carità
mi sarei spiegato un po' meglio.
 
Infatti non è mica normale
che un comune mortale
per le cazzate tipo compassione e fame in India,
c'ha tanto amore di riserva
che neanche se lo sogna,
che viene da dire:
"Ma dopo come fa a essere così carogna?" [...]

Giorgio Gaber, Io se fossi Dio, 1980

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 23/12/2010 @ 11:02:39, in Comunicazione, linkato 1478 volte)

E' noto che le lingue vive evolgano durante l'uso.
A volte così in fretta da evidenziare cambiamenti tra una riga e l'altra di un biglietto da visita....

Ignettori...
(grazie all'amico Fabio per la perla)


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 26/11/2010 @ 12:14:33, in Pensieri sciolti, linkato 1317 volte)
E' incredibile come Antonio Vivaldi abbia precorso i tempi scrivendo nel 1700 la musica d'attesa dei centralini telefonici che non sarebbero stati inventati se non 200 anni dopo...

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 22/11/2010 @ 16:16:47, in Pensieri sciolti, linkato 1345 volte)

Ti rendi conto che probabilmente le cose nel tuo paese non vanno poi così bene, quando trovi i secchioni della mondezza legati con la catena antifurto...

Tor Bella Monaca
Torbellamonaca 2010


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 21/11/2010 @ 17:02:10, in Fotografia, linkato 5435 volte)

Stazione abbandonata di Porto - Fiumicino RM
Stazione abbandonata di Porto - Fiumicino RM


Non potendone più di sale d'aspetto coi tavoli sfondati, di porte murate o grigliate di ferro, ho deciso di autonominarmi Signore di Demanio, principe delle sale d'aspetto abbandonate, alla ricerca di una qualche cazzo di deontologia per tenere insieme qualcosa che mi dispiace di buttare via.
Capisco che bisogna pagare un prezzo, che non si può tener tutta quella gente attorno, al mondo.
Si, ma voglio dire: se hai una carie ai denti, si può curare, non occorre mica mettere sempre una palla di cemento in bocca.
E' che c'è qualcosa nelle stazioni che le rende diverse una dall'altra, sono le porte delle città. C'era scritto il nome, c'era la faccia di qualcuno. E dietro alle facce c'è un Paese, che se ti ostini a cercare non è tutto uguale.
Dietro le stazioni ci sono le città, e a me piacciono le città, mi piace la gente che abita le città. Quando entro nelle città io vorrei sapere e capire qualcosa di quelle città, perché non è vero che tutto il mondo è paese; non c'ho mai creduto a sta balla qua.
Marco Paolini, Album - La comune di Gemona

Visualizza l'intero set d'immagini


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 13/11/2010 @ 18:11:33, in Pensieri sciolti, linkato 1284 volte)
Mi è capitato di entrare in una farmacia del centro di Roma e vedere in bella mostra questa "Pesa persone elettro ottica di massima precisione" d'epoca della Vandoni:

Bilancia Vandoni d'epoca

Mi sono reso conto di averla vista, l'ultima volta, circa 30 anni fa in un'altra farmacia di Ponte Milvio dove abitavo all'epoca.
La fessura per le monete dice ancora 100 Lire, come allora, e il display mobile luminoso (tecnologia d'avanguardia per l'epoca) fà bella mostra di sè in cima alla bilancia, giustificando la definizione di "elettro ottica".

Avevo completamente rimosso il bizzarro design, con quei due oblò di plexiglass (ma si illuminavano quando mettevi la monetina ? Boh...).

E ho capito che una cospicua parte dei neuroni del mio cervello è stata impegnata, per oltre trent'anni, a ricordare questa bilancia. Inquietante...

Ringrazio di cuore il farmacista che mi ha permesso, abbastanza divertito dalla mia emozione in tal frangente, di fotografare un pezzo del mio passato.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 09/11/2010 @ 18:38:24, in Tech World, linkato 1227 volte)

Ho scoperto da poco un servizio utilissimo e gratuito che ci aiuta ad evitare un bel po' di spam nella nostra casella email.

Vi è mai capitato di dovervi iscrivere a un forum della cui onestà, in termini di riservatezza, non siete sicuri ?
Di dover effettuare un download il cui link vi viene inviato solo per email ?
O in una qualsiasi altra occasione in cui vi si richiede l'indirizzo email, all'evidente scopo di bombardarvi di spam ?

Bene, c'è una soluzione geniale che si chiama www.mailinator.com

Il sito in questione fornisce gratuitamente un indirizzo email a vostra scelta, senza alcuna necessità di iscrizione. Potete addirittura inventarvi l'indirizzo email senza accedere preventivamente a mailinator.com.

Ad esempio vi registrate, sul forum cui volete accedere, con la mail geruwlsdjrhf@mailinator.com
O con abcde@mailinator.com o anche pippopluto@mailinator.com
Insomma, la mail la inventate lì per lì.

Poi accedete a www.mailinator.com e leggete il contenuto della mail semplicemente inserendo l'indirizzo ( geruwlsdjrhf, abcde o pippopluto).

Tutto qui !

Le email durano circa una giornata poi vengono automaticamente cancellate.
Inoltre non c'è alcuna sicurezza (chiunque può leggere la mail, basta che sappia o immagini l'indirizzo che avete usato: nessuna password, ricordate ?).
Ma per usi al volo su siti in cui accederete una volta e mai più, è perfetto.


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 06/11/2010 @ 18:16:26, in Pensieri sciolti, linkato 1158 volte)
Bersani by night

Ogni volta che leggo lo slogan "La pazienza è finita" non posso fare a meno di chiedermi se si riferisca a chi ci governa o a chi dovrebbe costituire l'opposizione...

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di DIY (del 05/11/2010 @ 12:31:13, in Le segnalazioni del Dott. DIY, linkato 3460 volte)

 

Su un giornaletto gratuito ed apparentemente apolitico il “Duemila”, per la precisione), la mia attenzione si appunta su un articolo che elenca proposte di legge bizzarre.

Tre le varie scelgo di approfondire quella pazzesca su “norme in materia di prevenzione di danni alla salute provocati dal trasporto di libri scolastici” proposta n.° 3382, presentata il 9 aprile 2010, annunziata il 13 aprile 2010 dall'on. CALABRIA Annagrazia – PDL (fonte camera.it)

PROPOSTA DI LEGGE
Atti Parlamentari — 3 — Camera dei Deputati — 3382
XVI LEGISLATURA — DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI — DOCUMENTI


ART. 1.
(Delega al Governo per l’emanazione di
norme in materia di prevenzione di danni
alla salute provocati dal trasporto di libri
scolastici).
1. Il Governo è delegato ad adottare,
entro sei mesi dalla data di entrata in
vigore della presente legge, uno o più
decreti legislativi recanti norme in materia
di peso e di trasporto di libri scolastici per
i ragazzi delle scuole di ogni ordine e
grado.
ART. 2.
(Princìpi e criteri direttivi).
1. I decreti legislativi di cui all’articolo
1 sono adottati in conformità ai seguenti
princìpi e criteri direttivi:
a) prevedere un limite massimo del
peso degli zaini utilizzati per il trasporto
di libri scolastici proporzionato al peso
corporeo e comunque non superiore a un
decimo del peso corporeo di uno studente
di normale costituzione, determinato per
fasce di età in base alle relative tabelle
mediche. Lo zaino non deve superare in
altezza e in larghezza le dimensioni del
tronco dello studente e deve avere uno
schienale rinforzato con leghe metalliche
leggere che ne impediscono il cedimento.
Lo schienale deve essere ergonomico, in
modo da ammortizzare e da separare il
peso del contenuto dello zaino, che deve
altresì essere dotato di una maniglia che
ne consente anche il trasporto a mano;
b) promuovere l’introduzione, nelle
scuole primarie e secondarie di primo
grado, di libri di testo costituiti da fascicoli
tematici composti da materiali leggeri,
possibilmente evitando l’uso della carta
patinata in modo da ridurre il peso dei
volumi;
c) incentivare il corpo docente a un
più ampio utilizzo degli strumenti informatici;
d) dotare le scuole di armadietti
messi a disposizione degli studenti per
conservare i libri di testo di uso non
quotidiano.

Fermo restando che, se un genitore avesse la disgrazia di incontrare un insegnante che impone ai propri figli di portare ogni giorno in aula stele di rosetta, un intervento mirato di detto genitore nei confronti dell’insegnante sarebbe senz’altro un intervento verosimilmente piu’ rapido ed efficace, veniamo meglio a conoscenza dell’estensore della succitata proposta di legge:

 

E’ senz’altro un gran bella ragazza, non c’è che dire

Pdl. La più giovane parlamentare italiana Anna Grazia Calabria apre i lavori del congresso di fondazione


Si trattava del marzo del 2009 e, citando l’articolo…
“Prima del discorso di Silvio Berlusconi Anna Grazia Calabria, 26 anni, la più giovane deputata del Pdl la prima a parlare. Una giovane e una donna, bella e piacevole, proprio come le altre ragazze e ragazzi che proprio il premier ha voluto nelle prime fila di questa kermesse. Altri quattro si sono avvicendati sul maxi-palco, introdotti dalle note di Azzurro, e tra loro un ragazzo di Acerra che ha ringraziato il presidente del Consiglio per aver "risolto il problema dei rifiuti in Campania". "Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini sono i nostri eroi e noi siamo piccoli eroi", ha detto uno di loro prima e poi sulle note di Volare di Domenico Modugno hanno ricevuto l'abbraccio del Cavaliere."

http://www.americaoggi.info/node/11221

beh, sorvoliamo su quanto avvenuto solo qualche mese dopo (Fini e Acerra) e concentriamoci sulla Dott.ssa Calabria (fonte wikipedia)

Annagrazia Calabria (New York, 6 maggio 1982) è una politica italiana.
Ha studiato e si è laureata in giurisprudenza all'Università Luiss di Roma. È nipote di Carlo Calabria, European Head of M&A di Merrill Lynch, e figlia di Luigi Calabria, direttore finanziario di Finmeccanica e Cynthia Alfonsi, coordinatrice regionale del Lazio del movimento Azzurro Donna (sezione femminile di Forza Italia).
Svolge il praticantato nello studio legale Allen & Overy a Roma.

Bel pedigree familiare, non c’e’ che dire, e pensare che ebbe modo di  dichiarare al corriere della sera, all’atto di insediamento come deputata, il 30 aprile 2008 che
«Il culto dell' individuo nella società è quello che fa la cifra dei valori di Forza Italia, a dispetto dell' appiattimento della sinistra», ama ripetere lei, una laurea in legge e un inverno speso quattordici ore al giorno a fare pratica in uno studio internazionale di avvocati. Perché questo è il suo modo di concepire il lavoro, la politica, la vita: fare e fare.»,

Insomma , l’impressione che se ne deduce dopo  quasi due anni di mandato e’ che il suo “fare” si e’ tradotto in una proposta di legge bizantina, inutile ed inapplicabile, fatta piu’ che altro per mettere agli atti parlamentari una prova della sua esistenza in vita politica, magari utile in futuro, quando sara’ tramontata del tutto la stagione delle veline a Montecitorio. Dubito fortemente che avvenga la stessa cosa per i figli di papà, la cui stagione non tramonterà mai.



Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 31/10/2010 @ 14:29:54, in Politica, linkato 3153 volte)
Meravigliosa affissione presente a Roma, a cura dell'Italia dei valori:

Bunga Bunga

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 547 persone collegate

< febbraio 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
     
             

Cerca per parola chiave