Immagine  
"
Io abito tra Loreto e Turro e quando son contento sburro

Alfieri (Elio e le storie tese)
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Pietro (del 01/12/2009 @ 13:08:53, in Pensieri sciolti, linkato 1151 volte)

Scooter per invalidi fotografato a Firenze...

Scooter per invalidi

 


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 03/12/2009 @ 13:06:22, in Pensieri sciolti, linkato 1043 volte)

Gli omosessuali e i trans "non entreranno nel Regno dei cieli". Il cardinal Javier Lozano Barragan, ex "ministro della salute" Vaticano ai tempi del caso Eluana Englaro, pronuncia parole destinate ad aprire una dura polemica e che provocano l'immediata reazione dell'Arcigay.  (Repubblica del 03/12/2009)

La Chiesa, stato autoritario, si arroga (a ragione) il diritto di dire ciò che vuole sulla propria dottrina.
E' un suo pieno diritto.

Quello che mi fa arrabbiare, ogni volta che sento queste polemiche, è la reazione dell'ArciGay o di altri soggetti simili.

Perchè si stupiscono ogni volta ? Perchè vogliono far passare la propria legittimazione attraverso la benedizione della Chiesa Cattolica ? Possibile che non ci si renda conto che, così, si dà legittimazione proprio alla Chiesa e al suo oscurantismo ?

Se proprio ci si deve rovinare la vita con un credo, ci sono svariate religioni che nulla hanno contro l'omosessualità.

Se credete in Dio, nulla cambia. Se credete nella Chiesa Cattolica, invece, il problema non è cosa questa dice: il problema è perchè ancora date credito a questi personaggi in maschera che fino a pochi anni fa mettevano a morte sul rogo persone innocenti.

 


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 06/12/2009 @ 13:38:13, in Politica, linkato 1121 volte)

Due immagini del No B Day del 5 docembre 2009 a Roma San Giovanni.

I cittadini e lo Stato.

No B Day 05/10/2009 - San Giovanni - Roma

No B Day 05/10/2009 - San Giovanni - Roma

 


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 08/12/2009 @ 15:12:36, in Cinema, linkato 1350 volte)

L'ingresso degli studios della Bavaria Film, a Monaco di Baviera, dove sono state girate tutte le serie de L'ispettore Derrick.

Studios dell Bavaria Film - Monaco

 


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 14/12/2009 @ 22:38:53, in Politica, linkato 931 volte)

Da sempre il centro destra ha fatto del problema sicurezza un suo cavallo di battaglia. Anche quando il problema, in realtà, è marginale perchè le nostre città non sono, statisticamente, così pericolose. E i dati sui crimini commessi sono in calo.

Ma un problema sicurezza, in effetti, c'è.

La sicurezza, personale, del Premier Silvio Berlusconi.

Ieri è stato aggredito a Milano, fortunatamente non da un avversario ideologico o politico, ma da una persona in cura da anni per problemi comportamentali. Un gesto sconsiderato e censurabile di una persona malata e non il frutto di un clima d'odio, per fortuna. Uno squilibrato che si avventa contro un personaggio pubblico, probabilmente per il solo fatto che il personaggio è appunto pubblico e famoso: non sembra c'entri nulla la politica (altrimenti sarebbe stato estremamente più grave).

Il problema sicurezza non è che qualcuno sia stato in grado di colpire Berlusconi: in una situazione come quella nessun professionista della sicurezza avrebbe potuto proteggerlo al 100%. Il rischio zero, o quasi, si ha solo non esponendosi alla folla.

Ma nessun professionista della sicurezza, fosse anche il più cialtrone imbranato e incapace, avrebbe permesso alla persona che doveva proteggere di USCIRE NUOVAMENTE DALLA MACCHINA DOVE ERA STATO POSTO AL SICURO dopo l'aggressione.

E invece Berlusconi, dopo essere stato portato in macchina ferito, E' SCESO DI NUOVO quando nessuno poteva sapere quale fosse realmente la minaccia cui si esponeva.

Il perchè, ve lo siete chiesto ?

 


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 23/12/2009 @ 11:55:16, in Comunicazione, linkato 838 volte)

Su Panorama di qualche giorno fa, c'è un articolo di Oscar Giannino dal titolo: "Nucleare, fermate i signornò".

E' un'accorata presa di posizione a favore del nucleare in Italia. Quello che colpisce sono le argomentazioni in base alle quali dovremmo tornare a investire nelle centrali atomiche.

Giannino dice testualmente: "Dopo due decenni di antinuclearismo autarchico, la nostra dipendenza dall'estero nel mix energetico nazionale è salita all'85 per cento."

E' noto, infatti, che l'Italia ha immensi giacimenti di uranio che le permetterebbero di rendersi indipendente.

Così come è altrettanto noto che in Italia abbiamo il know how per costruire gli impianti atomici.

Quindi il ritorno al nucleare ci renderebbe finalmente autonomi.

Ho cercato invano notizie in merito, ma la stampa mondiale, sicuramente al soldo dei disfattisti biechi e antinucleari, riporta che non abbiamo un grammo di uranio (lo dovremmo comprare all'estero esattamente come il petrolio) e che le centrali le dovrebbero costruire aziende americane che hanno il know how necessario.

Bella indipendenza.

 


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 26/12/2009 @ 13:01:07, in Pensieri sciolti, linkato 1079 volte)

Un fine anno da cardiopalma per i potenti italiani: dopo l'aggressione al Premier di pochi giorni fa, è stato ora il turno del Santo Padre.

Una squilibrata ha saltato le transenne e si è lanciata contro Benedetto XVI. La pronta reazione di un uomo della sicurezza, che la ha placcata, ha evitato conseguenze forse peggiori, ma ha anche fatto si che la tizia cadendo a terra trascinasse con se il pontefice e altri prelati con una sorta di effetto domino.

Ricorda un monologo di Marco Paolini in cui racconta che da piccolo, durante un'udienza papale, si appese al dito del pontefice facendolo vacillare...

E ricorda anche Mistero Buffo di Dario Fo, quando immagina Bonifacio VIII infastidito dall'idea di cadere al suolo con "la faccia in de la mota".

Ma soprattutto l'episodio fa pensare all'emergenza sicurezza: ancora una volta un extracomunitario si è macchiato di un tentato crimine nel nostro paese.

Eh si, la tipa che è saltata addosso al Papa è una venticinquenne svizzera, di nome Susanna Maiolo, a tutti gli effetti extracomunitaria.

Però non ho visto nessun titolo di giornale, stavolta, dire "Emergenza extracomunitari".

Evidentemente ci sono svariate categorie di extracomunitari. Alcuni lo sono più di altri. Forte, no ?

 


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 28/12/2009 @ 14:28:02, in Fotografia, linkato 1103 volte)

Fiat Panda vs. Mercedes Zetros

Fiat Panda vs. Mercedes Zetros

Fiat Panda vs. Mercedes Zetros

 


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 31/12/2009 @ 12:49:14, in Musica, linkato 1586 volte)

Esistono vari modi per trovare musica in internet. Il più noto è Emule, il client peer to peer che permette di scaricare album e intere discografie di artisti e gruppi.
Poi c’è la possibilità di ricercare directories web dove qualcuno ha messo direttamente i files mp3 (un modo per ricercare queste directories tramite Google l’ho indicato qui).
Stavolta, invece, voglio illustrare un altro metodo, che differisce dagli altri due principalmente per i criteri di ricerca. Sia con Emule che con Google, come descritto prima, la ricerca avviene in modo mirato: si riesce cioè a trovare l’artista o l’album che si conosce.
Con quest’altro metodo, invece, possiamo scoprire musica nuova, che non conosciamo, e che ci permette di allargare i nostri orizzonti conoscitivi in ambito musicale.

  1. Aprite Google e andate su Ricerca Avanzata
  2. Come testo da cercare inserite il genere che vi interessa (ad esempio Classical, Heavy Metal, Progressive rock, etc.) in inglese, o il nome di un gruppo/album che suona la musica che vi piace
  3. Nel campo “Domini” inserite “blogspot.com”

Trovare musica nuova con Google

In questo modo troverete una serie di blog, principalmente in lingua spagnola o brasiliana, che propongono album da scaricare. In genere si tratta di blog sudamericani, dove evidentemente i problemi di copyright sono meno sentiti, realizzati principalmente per genere.
I dischi sono usualmente scaricabili tramite un link da siti che offrono storage per files di grandi dimensioni (Megaupload, Rapidshare, etc. etc.).

Se poi trovate qualcosa che vi piace davvero, potrete sempre acquistare il cd originale sempre che lo riusciate a trovare….
A tal proposito apro e chiudo una polemica: tramite internet ho scoperto un paio di gruppi veramente notevoli. Gli Elettrojoyce, band romana ormai sciolta, che pochi anni fa realizzò un paio di album fantastici. Ho cercato di comprare questi due cd ma NON ESISTONO PIU’. Non li hanno mai ristampati e quindi si possono solo trovare gratis in internet.
L’altro gruppo è i Riverside, band polacca che fa uno straordinario progressive, con forti influenze di Pink Floyd e Porcupine Tree. Anche di questi ho provato ad acquistare i cd originali, ma il negozio dove li ho ordinati, Dark Star, istituzione romana della buona musica di nicchia, dopo due mesi dall’ordine non è ancora riuscito a trovarli.
Allora ecco la polemica: davvero il file sharing lede gli interessi dei discografici ? Non sono gli stessi discografici a obbligarci a comprare originale solo Laura Pausini e Bocelli perché il resto, quello che cioè vale davvero, non si trova ?

 


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Pietro (del 05/01/2010 @ 11:17:13, in Soprannaturale, linkato 1271 volte)
Qualche giorno fa un signore molto importante, famoso e carismatico ha raccomandato a tutti di non dare credito a oroscopi, veggenti, maghi e simili.
Mai consiglio fu più utile e sensato.
Ho saputo che c'è gente che crede che una donna sia rimasta incinta rimanendo vergine e che suo figlio, quando è morto, dopo un po' è resuscitato.
Meno male che c'è chi ci mette in guardia dalle superstizioni.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 17 persone collegate

< giugno 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             

Cerca per parola chiave